Chi sono

La mia foto
Bergamo, Italy
Mi chiamo Laura Ceresoli e sono una giornalista professionista con una grande passione per la cucina, la musica e la scrittura. Mi sono laureata nel 2002 all'Università di Bergamo alla facoltà di Lingue e letterature straniere con indirizzo in Scienze dell'editoria. Ho iniziato l'attività giornalistica nel 2002 al Nuovo giornale di Bergamo. Dal 2006 al 2010 sono stata redattrice per i quotidiani E polis per le redazioni di Bergamo e Brescia. Ho scritto per varie riviste di settore tra cui “Bergamo Economica”, trimestrale della Camera di Commercio di Bergamo. Nel 2012 ho aperto un ristorante a Nizza. Ho collaborato con L’Eco di Bergamo, con l'edizione bergamasca del “Corriere della Sera” e con il settimanale nazionale “VISTO” . Ho scritto svariati articoli anche per La confederazione, house organ della Siad (Società Italiana Acetilene e Derivati). Scrivo articoli a sfondo culinario per il bimestrale "Affari di Gola" e per la rivista economica on line www.larassegna.it. Collaboro con il settimanale “Bergamo Post”. Nel frattempo il 4 agosto 2009 è nata Margot, la mia splendida bimba, imprescindibile fonte di ispirazione per tutte le mie gustose ricette.

martedì 19 agosto 2014

L'INTERVISTA - Miss Italia Giulia Arena ai fornelli

di Laura Ceresoli
Altro che pasta in bianco o riso precotto. Nonostante quel suo fisico longilineo e quell’eleganza impeccabile che le hanno permesso di conquistare il titolo di Miss Italia 2013, Giulia Arena detesta le diete. Anzi, adora mangiare e cucinare. E infatti, quando la ventenne messinese si mette ai fornelli, tra le sue ricette preferite spiccano tutti i piatti più ricchi, elaborati e sostanziosi che la tradizione siciliana offre, dalla pasta con la bottarga ai mitici cannoli. “Mi piace mangiare bene”, dice, “per me la cucina è un rito e da quando sono a Milano per motivi di studio faccio un po’ fatica ad adattarmi. Per carità, le granite le fanno anche al nord, ma sono un’altra cosa!”. E tra un manicaretto e l’altro, Giulia trova anche il tempo per la televisione. Quest'estate, infatti, ha condotto su La7 il programma “Mode e Modi”, nuovo magazine dedicato alle eccellenze del Made in Italy.


Lei è la prima Miss Italia dopo Miriam Leone ad aver trovato subito lavoro in tv a pochi mesi dall’incoronazione…

Non mi aspettavo che potesse arrivarmi una proposta televisiva già durante il mio anno in carica. Non è mai accaduto a nessuna ragazza tranne, appunto, a Miriam Leone. Da parte di La7 è stata una prova di fiducia nei miei confronti mentre per me è un’ottima scuola. Ogni puntata è diversa dall’altra, si parla di cultura, cibo, fotografia, moda, e questo mi permette di arricchirmi sia a livello professionale che personale.

Riesce a conciliare studio e lavoro?

Sono iscritta alla facoltà di Giurisprudenza internazionale di Milano. Ammetto che in questo primo anno, con tutti gli impegni che ho, sono rimasta indietro con gli esami.

Non ha tempo nemmeno per l’amore?

Eh, no. Infatti sono single. Quest’anno la mia fidanzata è… la mia valigia! Questo è stato un anno di cambiamenti in cui ho voluto scommettere tutto sulla mia carriera. In questi 10 mesi ho imparato a lavorare a qualsiasi ora, a non avere vacanze, a rinunciare alle domeniche. In un simile contesto fidanzarsi è impossibile.

Ha molti amici?

Noi siciliani abbiamo un’idea di gruppo molto stretta. Ho tanti amici che mi stanno sempre vicino, soprattutto gli ex compagni di liceo.

Anche la sua famiglia le sta vicino?

Mi sono trasferita a settembre a Milano per gli studi universitari e a ottobre sono stata eletta Miss Italia, quindi purtroppo adesso vedo i miei genitori di rado. Sono riuscita a fare un salto in Sicilia solo a Natale e Pasqua. Il nostro rapporto, però, con la distanza è cambiato e migliorato. Sono scomparsi i piccoli litigi che con la convivenza quotidiana si amplificavano. Ora nel breve periodo in cui ci si vede si fanno discorsi più maturi, si parla da adulti, con una consapevolezza diversa.  

Come immagina il suo futuro?

Intanto continuo a studiare, poi vedremo se mi daranno la possibilità di fare altro. In generale, mi vedo più adatta alla conduzione televisiva e radiofonica, piuttosto che al cinema.

Le piacerebbe condurre un programma di cucina?

Se mi offrissero un programma come quello di Benedetta Parodi ne sarei felicissima. Di trasmissioni culinarie ce ne sono già parecchie, ma se avessi l’opportunità di presentare qualcosa di innovativo e originale, perché no?

Intervista di Laura Ceresoli (Tratto da VISTO)




Nessun commento:

Posta un commento

Il video del giorno