Chi sono

La mia foto
Bergamo, Italy
Mi chiamo Laura Ceresoli e sono una giornalista professionista con una grande passione per la cucina, la musica e la scrittura. Mi sono laureata nel 2002 all'Università di Bergamo alla facoltà di Lingue e letterature straniere con indirizzo in Scienze dell'editoria. Ho iniziato l'attività giornalistica nel 2002 al Nuovo giornale di Bergamo. Dal 2006 al 2010 sono stata redattrice per i quotidiani E polis per le redazioni di Bergamo e Brescia. Ho scritto per varie riviste di settore tra cui “Bergamo Economica”, trimestrale della Camera di Commercio di Bergamo. Nel 2012 ho aperto un ristorante a Nizza. Ho collaborato con L’Eco di Bergamo, con l'edizione bergamasca del “Corriere della Sera” e con il settimanale nazionale “VISTO” . Ho scritto svariati articoli anche per La confederazione, house organ della Siad (Società Italiana Acetilene e Derivati). Scrivo articoli a sfondo culinario per il bimestrale "Affari di Gola" e per la rivista economica on line www.larassegna.it. Collaboro con il settimanale “Bergamo Post”. Nel frattempo il 4 agosto 2009 è nata Margot, la mia splendida bimba, imprescindibile fonte di ispirazione per tutte le mie gustose ricette.

sabato 28 gennaio 2012

Il mio Bretzel

E' uno dei simboli dei Paesi di lingua tedesca, dalla Germania al Sud-Tirolo passando attraverso l'Alsazia. Sto parlando del Bretzel, il caratteristico panozzo dalla forma annodata amato da grandi e piccini. Proprio per far divertire la mia piccola Margot che oggi è un po' raffreddata, ho deciso di cimentarmi in questa ricetta. Il procedimento non è proprio dei più semplici ma vi assicuro che, una volta imparati tutti i passaggi, realizzare il bretzel diventerà una piacevole abitudine. Vi propongo la mia versione, sperando di essere riuscita ad attenermi il più possibile alla ricetta originale. Ma se tra voi c'è qualche tedesco doc che vuole darmi qualche consiglio, si faccia pure avanti...

Ingredienti:
- 300 grammi di farina
- una bustina di lievito secco attivo o lievito di birra
- 30 gr di burro
- un cucchiaino di sale
- un cucchiaino di zucchero
- acqua q.b.
- 3 cucchiai di bicarbonato
- sale grosso

Procedimento:
Prendete una ciotola (io ho usato la macchina el pane) e versate la farina, il lievito e un cucchiaino di zucchero. Aggiungete 30 ml di acqua tiepida e mischiate fino ad ottenere un impasto morbido. Lasciate lievitare.

Visto che il lievito si attiva col calore, potete scaldare il forno a 30 gradi circa per qualche minuto, spegnetelo e mettetevi la pasta a lievitare.

Dopo mezz'ora, aggiungete all'impasto, il burro, il sale e acqua tiepida quanto basta a formare una palla di pasta omogenea. Lasciate lievitare ancora per un'altra mezz'ora, sempre seguendo il procedimento sopra citato. Poi impastate di nuovo il composto e formate un lungo salsicciotto che poi arrotolerete fino a a dargli la tipica forma a nodo lento del bretzel. Fate lievitare per una ventina di minuti.

Nel frattempo portate a ebollizione una pentola colma di acqua e 3 cucchiai di bicarbonato. Versatevi il brezel per 40 secondi aiutandovi con una schiumarola, poi toglietelo e fatelo sgocciolare su un panno asciutto. A questo punto rimettetelo nel forno e fatelo cuocere per 20 minuti a 220 gradi. A piacere potete cospargere il bretzel con sale grosso o semi di finocchio.

Nessun commento:

Posta un commento