Chi sono

La mia foto
Bergamo, Italy
Mi chiamo Laura Ceresoli e sono una giornalista professionista con una grande passione per la cucina, la musica e la scrittura. Mi sono laureata nel 2002 all'Università di Bergamo alla facoltà di Lingue e letterature straniere con indirizzo in Scienze dell'editoria. Ho iniziato l'attività giornalistica nel 2002 al Nuovo giornale di Bergamo. Dal 2006 al 2010 sono stata redattrice per i quotidiani E polis per le redazioni di Bergamo e Brescia. Ho scritto per varie riviste di settore tra cui “Bergamo Economica”, trimestrale della Camera di Commercio di Bergamo. Nel 2012 ho aperto un ristorante a Nizza. Ho collaborato con L’Eco di Bergamo, con l'edizione bergamasca del “Corriere della Sera” e con il settimanale nazionale “VISTO” . Ho scritto svariati articoli anche per La confederazione, house organ della Siad (Società Italiana Acetilene e Derivati). Scrivo articoli a sfondo culinario per il bimestrale "Affari di Gola" e per la rivista economica on line www.larassegna.it. Collaboro con il settimanale “Bergamo Post”. Nel frattempo il 4 agosto 2009 è nata Margot, la mia splendida bimba, imprescindibile fonte di ispirazione per tutte le mie gustose ricette.

venerdì 23 settembre 2011

Marmellata di prugne




Un ricerca statunitense ha evidenziato che le prugne possiedono il più alto livello di antiossidanti tra gli elementi di origine vegetale. E così questa mattina ho deciso di preparare una marmellata gustosa e genuina con le numerose prugne che avevo nel frigorifero. Una ricetta semplice ma davvero ottima per una colazione sana.


Ingredienti:
- 400 gr di prugne fresche
- 300 gr di zucchero
- il succo di un limone






Procedimento:

Tagliatele prugne a piccoli pezzetti e mettetele in una pentola.



Aggiungete lo zucchero e il succo di limone.



Fate bollire per circa mezz'ora fino a quando la frutta non si sarà ammorbidita e il composto non si sarà rappreso.



Lasciate raffreddare un po' il composto e poi versatelo nei vasetti che avrete precedentemente sterilizzato in acqua bollente e poi lasciato asciugare su un panno pulito.



Dopo aver versato la marmellata, avvolgete il vasetto con uno strofinaccio pulito e immergetelo in acqua bollente. Lasciate raffeddare. La vostra marmellata sarà ora chiusa ermeticamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Il video del giorno